Traslazione in Basilica di Don G. Bado

Messa del 5 luglio

Traslazione delle spoglie del Santo Prevosto

4 - 5 luglio 2016

 

Don Giovanni Bado

Don Giovanni Bado

 

I giorni 4 e 5 LUGLIO 2016 sono stati per la Città di Pietra Ligure e in particolare per la Parrocchia di S. Nicolò date da ricordare nei secoli in quanto in quei giorni è avvenuta la TRASLAZIONE DEI RESTI MORTALI DEL PREVOSTO GIOVANNI BADO IN BASILICA.

La sera di Lunedì 4 Luglio con una solenne processione le Spoglie del “santo Prevosto” dal Cimitero portate a spalla dai confratelli della Confraternita dell’Orazione e morte, hanno attraversato la città sostando per una breve preghiera in via Matteotti, n. 29 davanti alla Casa natale del “santo Prevosto” e davanti all’ingresso della Casa Canonica dove Don Bado visse per quasi cinquant’anni e santamente morì il 2 Marzo 1896.

E’ seguita in Basilica una VEGLIA DI PREGHIERA, con proiezione di una presentazione sulla  vita di don Bado  e lo scoprimento della lapide, in fondo alla Basilica, lato monte, a ricordo dell’evento e la recita della Preghiera a Don Giovanni Bado composta nell’occasione da Mons. Ennio.

Il giorno seguente martedì 5 per tutto il giorno la salma del “santo Prevosto” è stata visitata da parrocchiani e ospiti e in Basilica si sono tenuti momenti di preghiera, alternati a proiezione di filmati sulla figura del sacerdote e sulla sua opera.

Alle ore 21 é stata celebrata la SANTA MESSA SOLENNE in suffragio di Don Giovanni Bado con l’omelia del Prevosto Mons. Ennio Bezzone.

Seguendo l’esempio del Santo Prevosto che, oltre a offrire la sua vita al Signore e a donare i suoi averi per rendere più bella e preziosa la nostra Basilica ha prestato molta attenzione a Cristo presente nel fratello, le offerte raccolte durante la S. Messa serale (€. 115) sono state date alla Caritas Parrocchiale per l’acquisto dei generi di prima necessità che vengono distribuiti mensilmente ai bisognosi della parrocchia.
Al termine, dopo le solenni esequie, nella bara è stato inserito, entro un tubo di piombo accuratamente sigillato, un Rogito firmato da Mons. Prevosto, dal Signor Sindaco e da alcuni altri Testimoni. Quindi la bara è stata posta nel loculo preparato sotto il Ciborio degli Oli Santi, nella Cappella del SS. Sacramento.

Alcune foto della Traslazione di Alessandro Marinelli.

L'Autore

Rispondi

*


nove − = 1

captcha *

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: