LA CANDELORA
2 FEBBRAIO 2023

2 febbraio: Presentazione di Gesù al tempio. LA CANDELORA
Secondo la Legge di Mosè ogni figlio primogenito maschio era considerato offerto al Signore ed era necessario che i genitori lo riscattassero con l’offerta di un sacrificio. Sempre secondo l’usanza ebraica, una donna era considerata impura per un periodo di 40 giorni dopo il parto di un maschio e doveva andare al Tempio per purificarsi. Il 2 febbraio cade appunto 40 giorni dopo il 25 dicembre, giorno della nascita di Gesù.
Il temine CANDELORA deriva dal fatto che in questo giorno è tradizione che si benedicano le candele, simbolo del bambino Gesù “luce per illuminare le genti”, come chiamato dal vecchio Simeone al momento della presentazione al Tempio di Gerusalemme (Luca 2, 29-32).
L’accensione delle candele della Candelora è quindi un omaggio a Gesù, portatore di luce; stabilisce inoltre un legame tra il mondo terreno e il divino, un momento di ritorno alla luce, di passaggio, rinnovamento e cambiamento non solo della natura, ma anche e soprattutto della nostra parte più interiore, del nostro spirito che, “illuminato” da Gesù, è pronto a aprirsi ad una vita autenticamente cristiana.

CONDIVIDI SU